Le 10 regole della sicurezza digitale

 

Le aziende che si occupano di sicurezza sono molto allarmate per il crescente numero di attacchi da parte di pirati sempre più efficienti ed organizzati. Al di la delle attività impeigate da antivirus ed aziende che si occupano di sicurezza, è bene seguire alcuni semplici regole per essere meno vulnerabili.



Ce lo sentiamo ripetere quasi ogni giorno, ma scegliere una password complicata non è solo una buona norma di sicurezza informatica, ma un salva account che ci permette di navigare nel web in sicurezza. La password è la porta che ci fa entrare in aree protette della rete, ma se scegliamo nomi di familiari o peggio date di nascita stiamo sicuri che i nostri account possono essere violati in un baleno. La soluzione? Scaricare un generatore di password, quindi usarlo ogni volta che abbiamo bisogno di una nuova password e salvarle tutte in un documento, anche questo criptato. Per sbloccarlo scegliamo una password efficace, scriviamocela da qualche parte e cerchiamo di ricordarcela a memoria, ne va della nostra sicurezza informatica!

1 La password

E’ buona norma scegliere una password complessa di almeno 8 caratteri comprendenti almeno una maiuscola e almeno un numero, diventa ancora più complesso scoprirla se si inserisce anche un simbolo. Naturalmente bisogna fare attenzione a non divulgare la propria password

2 Posta Elettronica

La maggior parte dei malware e dei virus che circolano in rete vengono diffusi attraverso lo spam delle mail. Quando leggiamo una email dobbiamo fare attenzione all’oggetto e porre attenzione se sono presenti degli errori ortografici evidenti, o di senso. Spesso i pirati informatici esteri utilizzano dei traduttori per cercare di trarre in inganno gli utenti.

3. Attenzione agli allegati

Sempre in tema email attenzione a non aprire allegati che possono infettare il computer.



4. Quale antivirus?

Ci sono tantissimi antivirus in rete, a pagamento ed in versione free. Quale scegliere per essere certi della protezione? Non è detto che un antivirus a pagamento sia meglio di uno free. Il consiglio è quello di provare alcuni ottimi antivirus in versione free, e poi se soddisfatti provvedere all’acquisto. In realtà però il sistema Windows già ha al suo interno dei programmi in grado da difendere dalle minacce esterne, e se si usa in modo corretto il firewall, l’antivirus potrebbe anche non servire.

5. Navigare in acque conosciute

Il protocollo https è quello che da (quasi) la certezza di non correre rischi. L’ideale sarebbe proprio navigare su siti conosciuti, per evitare di incappare in siti malevoli pieni di malaware.

6. Siate certi prima di cliccare

Prima di scaricare o iscriversi bisogna essere certi di quel che si fa. Attenzione a siti di Streaming, ma soprattutto quelli per adulti, perché sono spesso insidiosi. Attenti a quello che cliccate su pop up o altro, specialmente se navigate attraverso il cellulare, perchè senza saperlo potreste iscrivervi a qualche servizio a pagamento.

 

 

7. Scaricate app solo dai Marketplace conosciuti

Le app per cellulari sono anche loro un veicolo per virus e malaware. I marketplace come google play sono abbastanza sicuri, in quanto i programmi in teoria vengono prima controllati sotto l’aspetto della sicurezza, per cui non si dovrebbero correre dei rischi. Mae se alcune aziende inseriscono all’interno delle app dei banner pubblicitari ingannevoli, specialmente nelle app per bambini, che possono iscrivere gli utenti a servizi a pagamento indesiderati. E’ buona norma quando, si sottoscrive un contratto telefonico, contattare il call center del proprio operatore per chiedere l’inserimento nella BLACK LIST

8. Social Network

Evitate di pubblicare dati personali e sensibili sulla rete sociale. Specialmente telefono ed indirizzo di casa o lavoro, immagine del vostro documento di identità, per la vostra sicurezza personale! Per quello che riguarda la sicurezza informatica evitate di comunicare ad altri utenti dati come codice fiscale, iban, e naturalmente numero carta di credito.

9. Portali Banche

Pagare attraverso l’internet Banking è comodo utile e veloce, ma per evitare di essere frodati da qualche disgraziato, bisogna essere certi di essere capitati su un sito ingannevole. Una delle frodi più diffuse sfruttano proprio i portali delle banche. I pirati costruiscono un sito identico a quello dell’istituto bancario per carpire i dati d’accesso. Utilizzate un sistema di doppie chiavi con generatore di chiavi numeriche, per evitare spiacevoli sorprese.

10. Wi Fi pubblico

Bisogna fare attenzione alle connessioni pubbliche perchè un computer non protetto potrebbe condividere senza saperlo, dati e file personali.

Come vedete basterebbero queste piccole accortezze per evitare di essere troppo vulnerabili ad attacchi informatici e a brutte sorprese. A volta comportamenti corretti sono preferibili a pesanti programmi antivirus.



Related posts